home AC >>home galleria >> albums >> Noi di AstroCampania >> Trasferte osservative >> Terminio 15 12 2006
<< PrecedenteProssima >>

ACGruppo 0 20061215

ACGruppo 1 20061215

Preparativi 20061215


- NGC 2237 (Rosetta) di Francesco Navarra e Luca D'Avino

- M35, NGC2158 di Luca D'Avino, Luca Izzo e Francesco Navarra

- M46, NGC2438 di Luca D'Avino, Luca Izzo e Francesco Navarra


___________________
Resoconto di Luca Izzo

Venerdì 15 Dicembre si è svolta la trasferta del mese di Dicembre di ASTROCAMPANIA. Meta prescelta il Monte Terminio
(AV). La trasferta è una buona occasione per testare il nuovo programma di fotografia “Il cielo in un anno” che prevede la
compilazione di un atlante fotografico del cielo visibile dai nostri luoghi. Al solito appuntamento a Serino siamo in 3: Luca D'Avino, responsabile trasferte di AC, Luca Izzo e Mirko Capuano, un amico di Caserta. Sulla cima di Campolaspierto verranno in seguito Francesco Navarra, Antonio Adigrat e Germano di Castellammare.
Il cielo si rivelava pulito ad inizio serata, occasione buona per iniziare a fare foto e beccare qualche Geminide.
Nel frattempo le osservazioni visuali venivano fatte con il Konus Vista di Mirko, il quale si dimostrava ben preparato sulle ultime novità in campo astronomico e presentandoci vari oggetti del cielo come la nebulosa di Orione sotto vari filtri osservativi. La serata è stata interrotta per una buona mezz'ora per il passare di un sistema nuvoloso che ha coperto il cielo per una parte della seduta di osservazione.

Navarra e D'Avino iniziano a fare riprese della Rosetta e di M46 con la nebulosa planetaria NGC2438, mentre Izzo fotografava costellazioni a largo campo. Gli altri hanno osservato con i proprio strumenti, un Meade ETX ed un rifrattore 150mm le bellezze del cielo compreso Saturno che iniziava ad alzarsi in cielo.
In seguito Navarra e D'Avino hanno ripreso rispettivamente la nebulosa Cono e M35 con NGC2158, immagini che si possono vedere sul sito di ASTROCAMPANIA.
Tutto sommato una trasferta tranquilla, leggermente inquinata da quel passaggio di nubi che hanno interrotto per poco la
sessione, ma con buoni risultati sia dal punto di vista fotografico-visuale che da quello di conoscenza, uno dei cardini
su cui è basata l'associazione.

Prossimo appuntamento l'anno prossimo con la trasferta di Gennaio...


________________________
Resoconto di Antonio Adigrat
(dal forun di astrofili.org - link al topic: http://forum.astrofili.org/viewtopic.php?t=8636)

Ieri sera siamo stati al terminio per la mensile trasferta organizzata da astrocampania, noi del forum la abbiamo invasa ed occupata essendo più del 66% dei partecipanti :-) .... c'eravamo io, krater, maidiremirko e astrofilo71, in più c'erano i due luca...
la trasferta si è svolta in maniera tranquilla e con momenti di sereno accompagnati a lunghissimi momenti in cui le nuvole ci passavano sulla testa facendo intendere di non avere alcuna voglia di lasciare la nostra compagnia, in ogni caso i momenti di osservabilità ci sono stati, in particolare ad inizio serata e dopo le 23 (più o meno).
la serata si è svolta così:

maidiremirko (che ho immediatamente soprannominato "the filter man") si è presentato con un setup che definire minimalista è molto riduttivo: un cavalletto fotografico con su il mitico konus vista arancione... per farsi perdonare il non aver portato il suo newtonazzo, però, ha distribuito filtri ed ortoscopici di ogni focale a tutti i partecipanti;

krater ha finalmente portato in montagna il suo etx125 habart, sulla splendida monofork meade (proprio quella che tanto mi sta facendo penare) e dopo un po' di prove è finalmente riuscito a fare un allinamento decente che gli ha permesso di vedere un po' di oggetti deep e saturno (ovviamente sulla monofork il suo etx carrozzato ci sta appena appena);

astrofilo71 ha passato la serata sulla rosetta con la sua 30D al fuoco del vixen apo e l'occhio sempre attaccato al reticolo di guida al fuoco dello SW 120mm (e le mani sempre sulla pulsantiera dell'fs2 :-) );

luca invece faceva lo spaccone con la sua nuova eq6 bianca con l'80ino ED orion e la 400D;

l'altro luca dava una mano a luca (minkia che casino) sulle pose della 400D mentre su un cavalletto una 300D fotografava la polare;

infine tuvok, su cui stendiamo un velo pietoso, era partito da casa con l'intento di provare sul campo la sua mx5c e, per fare ciò, 10 minuti prima di avviarsi si era preparato un cavo per usarla a 12V.... ovviamnete tale cavo è stato provato direttamente in montagna ed altrettanto ovviamente non ha funzionato, ancora più ovviamente avendo deciso un paio di oggetti da fotografare il klingoniano con nome vulcaniano non si era portato il cavo per il go to...

insomma una bella serata in compagnia di vechi e nuovi amici, ora aspettiamo che pubblichino le foto su astrocampania così dopo avergli fregato la serata gli freghiamo pure le foto ;-).

ciao antonio