home AC >>home galleria >> albums >> Noi di AstroCampania >> Trasferte osservative >> Petina 2009 07 25
<< PrecedenteProssima >>

Armando Gianluca nel dobson Petina lug09

gruppo Petina lug09

Riprese Petina lug09

telescopi1 Petina lug09

telescopi2 Petina lug09


Resoconto della Trasferta Osservativa Mensile a Petina del 25/07/2009
di Antonio  Catapano

Ragazzi e ragazze Ieri sera è stata una gran serata osservativa !

I partecipanti : Antonio Catapano, Emilia Malinconico, Francesco Navarra,Armando Beneduce, Mirko Capuano, Gianluca Ciracì, Peppe De Falco e la straordinaria partecipazione di Beniamino Postiglione impegnato nell'osservatorio del sito

Alle 20:45 eravamo in gran parte presenti nell'altipiano di Casone Aresta, un luogo ameno ricco di "ricordoni" delle mucche , le quali fin dall'inizio del montaggio dell'attrezzatura hanno non poco preoccupato per la loro stazza mastodontica e delle relative corna proporzionate :-)

I cani da pastore erano solo un contorno rumoroso; fortunatamente un poco alla volta si sono allontanati.

Il cielo è risulatato esaltante fin dai primi istanti di buio, tanto che il crepuscolo era ancora presente ed era visibile una nettissima via lattea!!! :-0

La serata si è prospettata subito allettante.

Tranne Mirko il setup di tutti i partecipanti era fotografico e ci siamo concentrati ognuno sul suo target: Veil nebula, M8, M20, Crescent, IC1396 etc...

L'arrivo di Peppe (23:30) ha contribuito a risolvere il problema di driver che attanagliava Guianluca con la sua Atik e il notebook, mentre Armando con la sua doppia arma medio formato e 35mm faceva foto interessanti con differente campo dello stesso oggetto, usando rigorosamente pellicole Fuji provia!

Il tutto condito da ramanzine di uno sferzante Fracesco che di tanto in tanto inveiva su chi si "abbronzava" alla lulce del monitor del proprio notebook e rimpiangeva un ritorno alle origini e alla bellezza dell'osservazione visuale.

Anche il gran bel dobson da 40cm dei Ciracì dava man forte ai visualisti anche se Francesco un pò si smentiva lamentandosi della scomodità dello strumento in questione

Mirko fatto un bel bottino di 15 oggetti intorno alle 2 di notte smonta velocemente e ci lascia per far ritorno a casa, mentre anche il sottoscritto inizia a smontare tutta l'attrezzatura fotografica sperando in un elaborazione positiva delle immagini riprese alla focale di 1250mm di M8 e M20, quest'ultima ripresa quasi rasoterra e alle 2:35 lasciamo gli indomiti astrofili che avrebbero invece aspettato l'alba

Il cielo è stato limpido e terso fino all'orizzonte per tutto il tempo e questo sicuramente non ci ha fatto rimpiangere il vecchio Terminio

      Antonio Catapano
  www.astrocampania.org
Consigliere AstroCampania
http://www.astrocampania.org/sezioni/luna/
http://www.astrocampania.org/sezioni/corpiminori/comete/


Report di Mirko Capuano

cari amici, questo il mio report della trasferta di ieri sera a Petina. Sito perennemente freddo (14°C e 70% RH) anche in piena calura afosa, ma nonostante fossi in pantaloncini  ho retto egregiamente. Usando il metodo della conta delle stelle nel Cigno al culmine a mezzanotte, la mag limite s'è confermata 6.0, al pari del mese precedente, ma stavolta c'era un chiarore più diffuso, credo dovuto all'afa del giorno. L'ideale sarebbe uscire stasera, in quanto il vento ha spazzato via tutto, ma oramai...  

Che dire.... sono sempre più convinto di voler proseguire e approfondire questa mia attività di visualista e sono anche convinto che un giorno il LB 12" sarà il mio prox acquisto (per ora mi sono già svenato abbastanza nell'acquisto del sintetizzatore, un Motif Rack pilotato attraverso una master ad 88 tasti, per chi ne mastica di musica).

Godevo troppo nel vedere i fotografi alle prese con problemi di driver, stazionamenti ecc ecc....mentre zitto zitto, in un rapporto assolutamente intimo fra me e il cielo nel mio dobson passavano in rassegna tutti gli oggetti del cielo profondo estivo. 
Una trasferta satura di oggetti osservati, che la mia memoria, in 10 anni di attività, fatica a trovarne un precedente 

Giusto i primi che mi vengono in mente:
M4 - globulare vicino antares
M...? - ammasso nella coda dello scorpione, bassissimo, non identificato
M6 M7 - due notevoli ammassi aperti
M8 M20 - trifida laguna
M17 M16 - swan nebula (non ci sono parole!) e ammasso aquila con nebulosità appena percepibile
M22 - ricordo solo che era un ammassone, zeppo di stelle 
M11 - globulare wild duck
M71 - il globulare della freccia
M27 - la dumbell, stupenda con l'O-III di giuki84, mentre bestemmiava fra file di sistema non trovati 
M57 - ring nebula
La Velo nel Cigno - massimo rispetto
M5 - dimenticavo, il globulare del serpente
il doppio del perseo
andromeda
M103 in cassiopea (quello che io chiamo "albero di natale" data la somiglianza netta col vegetale)

...e sicuramente altri oggetti che non ho menzionato.
Che dire....trepidando per il 12", posso dire che con due oculari (il Pentax XW-20 e lo zoom william optics) e un filtro (orion skyglow) ho fatto tutto. Curiosità: senza volerlo, con lo zoom andavo sempre a parare in due precise focali, intorno a 10 e intorno a 14mm. 
Credo che due buoni oculari su queste focali siano l'ideale (credo di rimanere sempre sui Pentax), anche per completare il corredo, che attende da tempo anche un altro ortoscopico, da 4mm.

Contentissimo, ora posso andare in vacanza ricordandomi una delle più belle trasferte 

Un saluto a tutti
Mirko