home AC >>home galleria >> albums >> Noi di AstroCampania >> Trasferte osservative >> Paipo 2012 06 16
<< PrecedenteProssima >>

Osservazion3 paipo20120616

Osservazioni1 paipo20120616

Osservazioni2 paipo20120616

Osservazioni4 paipo20120616

Trasferta paipo20120616

Resoconto della Trasferta Osservativa al mopnte Paipo - Agerola  11/06/2012

Ciao a tutti , in contemporanea ieri sera al M.te Paipo si è svolta una trasferta "locale" dell'ormai collaudato  gruppo della sezione locale Stabia_Penisola Sorrentina  di AstroCampania anche se stavolta in versione ridotta per la mancanza di Mimmo R. e Massimo D..
Presenti Franco Coccia, Germano De Simone, Giacomo Gargiulo , Emilia Malinconico e il sottoscritto, in più abbiamo avuto 2 ospiti graditi amici di Franco di cui non ricordo bene i nomi.
Per le tre postazioni osservative in configurazione visuale i target della serata sono stati moltissimi oggetti :
ammassi aperti , stelle doppie , Saturno e le nebulose del prossimo cielo estivo.
In campo il mio Mto 1000/10  su robusto treppiede fotografico, puntamento assolutamente manuale , il Konus 150/12 su Cg5 motorizzata e "gotizzata "Meade di Germano, impeccabile !  E dulcis in fundo  il grande C9"1/4  su EQg Synscan di Giacomo , assolutamente eccezionale riguardo ad incisione e luminosità degli oggetti.
La serata ha avuto un seeing fenomenale e una trasparenza ottima, complice un tiepido e costante venticello dal mare.
ELenco parziale degli oggetti osservati :
Saturno ancora bellissimo e luminoso , M104 galassia sombrero, M57 nebulosa anello, M51 galassia vortice , Ngc 4565 la galassia spirale vista di taglio , M13 grande ammasso in Ercole, M10 ammasso globulare in ofiuco, M5 ammasso globulare in Serpens caput, M4 ammasso globulare in Scorpione, M7 il grande Ammasso aperto di Tolomeo , l' Ammasso Farfalla M6, Nebulosa laguna M8, Nebulosa trifida M20 , Nebulosa e ammasso M16 in Aquila, Nebulosa Omega M17  ( nel Konus 150 bellissima e dal C9"1/4  una visione fotografica con una estensione delle anse e zone scure straordinaria),
siamo poi passati nello Scudo con l' ammasso M11 delle oche selvatiche spettacolare per incisione attraverso il Celestron che, per la fermezza dell'immagine, restituiva una visione tridimensionale e altri oggetti che ora mi sfuggono.
Per quasi un'ora abbiamo tentato l'osservazione della cometa Panstarss nello Scorpione , ma la magnitudine di oltre 11,5 e la natura nebulare dell'oggetto non ci hanno consentito di poterla cogliere nonostante le precise indicazioni e cartine di Franco Coccia.
Insomma una serata eccezionale dal punto di vista del numero e della varietà di osservazioni.
Alla prossima .

Antonio Catapano