home AC >>home galleria >> albums >> Noi di AstroCampania >> TT1
<< PrecedenteProssima >>

Antonio TT1 2

castelgrande

cenzato

cenzato1

cenzato gruppo

colonna telescopio

conf mancin2 280406

conf mancin3 280406

conf mancini1 280406

Donato TT1 1

gruppo TT1

mancini tt1

Telescopio

toppo passerotto

TT1 toppo Ctp280406



VISITA AL TOPPO
Resoconto di Carmen Perrella


… abbiamo toppato !!!

da quando frequento il mondo degli astrofili sento spesso accenni al “toppo” (è così che lo chiamano confidenzialmente) …

tutto quel che sapevo è che si tratta di un osservatorio “dell'OAC” posto in basilicata dove c'è un telescopio con uno specchio da quasi un metro e sessanta ed una serie di sofisticatissima strumentazione … è li che gli astronomi di capodimonte riprendono, con diverse tecnologie, la luce delle stelle per poi analizzare i dati a napoli …

nella mia immaginazione e date le scarse informazioni in mio possesso questo posto è divenuto quasi un luogo delle favole come un giardino incantato o il castello di cenerentola … un osservatorio con un tele graaaaande grande che usano gli astronomi qui in italia … a due passi da napoli … non sperduto nel cuore del deserto di altri continenti … beh … deve esserci anche un cielo da sballo … ed ora ho la possibilità di vederlo … che figata!!!

presi tutti gli accordi del caso ed anticipati da una splendida locandina dei f.lli catapano, abbiamo sfidato la pioggia ed il traffico del ponte del 1 maggio (che ha fatto vittime tra chi è partito dalla costiera) ed abbiamo colto l'occasione per visitare la famosa specola.

Tralascio i dettagli del viaggio che, tra soste programmate e non, le telefonate di chi era bloccato sulla sa-rc e le varie volte in cui abbiamo sbagliato strada, sembrava non voler finire mai e quando finalmente abbiamo varcato i cancelli dell'osservatorio … ho sospettato si trattasse di un miraggio …

la pazienza del prof. Dario Mancini, direttore dell'osservatorio, nell'aspettare i nostri allucinanti ritardi mi ha gradevolmente sorpreso e devo dire che è stato un padrone di casa ed una guida davvero eccezionale …

con una emozionante ed esaustiva presentazione ci ha illustrato quali sono le tecniche che, nel corso della storia, l'uomo ha sviluppato ed utilizzato per scrutare il cielo e quali sono le nuove sfide con le relative difficoltà da superare; come ha costruito il vst e come l'oac si integra nei programmi di ricerca e progettazione strumentale in ambito mondiale, come si compongono i vari elementi del vlt, quali sono gli accorgimenti strutturali per le cupole e … finalmente … come ha progettato e costruito il telescopio che tra poco vedremo … la curiosità a questo punto è incontenibile …

l'ingresso in cupola è stato come entrare nella fantascienza di un astrofilo… difatti qualcuno ha esclamato “a me basterebbe il cercatore” (un c14, se non sbaglio, con tanto di cercatore)

il nostro ospite ha continuato a dettagliarci tutti gli strumenti e l'interesse e la passione di tutti era così tangibile (nonostante la
stanchezza) che non avremmo mai smesso … il prof. mancini continuava a parlare e noi ad ascoltare e fare domande … solo quando l'appetito si è fatto prepotente ed abbiamo provato a prenotare una pizzeria in zona abbiamo scoperto che erano quasi le 23 … a noi il tempo sembrava essersi fermato  …

troppo tardi per la cena anche perché la strada del ritorno è lunga e tortuosa … ma non per me e dario che, in pieno assetto da trasferta e provvisti di colazione al sacco, decidiamo di pernottare in zona e ci concediamo un romantico pic-nic nella stanza dell'albergo con panini, patatine e birra …

la rivincita ce la siamo giocata oggi a pranzo sul lago laceno … e che pranzo !!!

… abbiamo toppato???

… secondo me … stavolta ha toppato chi non ha partecipato alla visita all'osservatorio del toppo di castelgrande …

Carmen