home AC >>home galleria >> albums >> Noi di AstroCampania >> Manifestazioni >> Notte della cometa >> Astapiana
<< PrecedenteProssima >>

lanottedellacometaNA

Machholz AC 070105-2058-55mmf5-6-800iso220sec

Machholz AC 070105-2131-800iso94sec-200mmf4

Machholz AC 070105-2131-800iso94sec-200mmf4Curve



Resoconto della manifestazione pubblica "La notte della cometa" ai Camaldoli di Vico Equense (Na)


Di AstroCampania associazione eravamo: Antonio e Emilia Catapano, Donato Guarracino e Francesca Milano,
siamo
arrivati intorno alle 17,30 presso l'antico casale "Villa Giusso" che ora è un'agriturismo dove si producono
vino e olio con le colture di vigne e viti locali e da dove si gode di un panorama mozzafiato sul golfo di
Napoli e sulla penisola sorrentina fino a Capri.

Abbiamo montato gli strumenti a seguito: Newton 8" F5, Sm.Cass. LX50 10" F10 e un binocolo
Nikon 10x50 su treppiede nel giardino della villa dove c'è un bel colonnato che ha reso
ancora più suggestivo l'osservazione del cielo.

Intorno alle 18,30 sono iniziati ad affluire gli interessati alla manifestazione, tra cui
persone che lavorano presso la scuola media di S.Agnello, alcuni appassionati del cielo
anche per "mestiere" essendo navigatori con i quali si è scambiato informazioni posizionali delle
costellazioni e riconoscimento di stelle.

Intorno alle 20,30 è giunto un gruppetto di ragazzi neofiti tra cui Francesco di S.Agnello
il quale ha portato il suo tele 114/500 e quindi gli abbiam fatto da trainer per il
puntamento al polo e degli astri.

Successivamente sono giunte altre persone interessate alla bella cometa accoppiata alle
Pleiadi, visibile facilmente ad occhio nudo dalla buia postazione dove ci trovavamo,
alcuni bambini annotavano in maniera soprendente le indicazioni che di volta in volta
citavamo per spiegare la nascita di una stella o cos'era un'ammasso stellare e quant'altro.

Alcuni amici come Marcello e Teresa, ci hanno accompagnato per tutto il tempo dandoci una mano.

La serata è stata inoltre rallegrata dalla presenza del simpatico prof.Gentile i S.Agnello
che ha tentato ripetutamente  di fotografare col telefonino Saturno senza riuscirci, infine
 Francesca gli mandato via MMS la ripresa fatta da Donato col suo tefonino.

Intorno alle 21 sono giunti anche un bel gruppo di amici di Castellammare, Ruben e la sua
allegra compagnia armati del loro Newton 130/900 col quale hanno puntato Cometa e
svariati oggetti.

C'è da dire che le osservazioni della cometa in congiunzione fatte col binocolo 10x50 in
 postazione fissa è stata emozionante, nei telescopi la Chioma della cometa era evidentissima
e molto ampia , la coda di polveri era ben distinguibile attraverso l'LX50 10"F10 con
riduttore di focale a f6,3 e con aggiunta di filtro LPR, ma non era da meno la visione
attraverso il Newton 8" F5 con oculare SWA da 2" da 38mm !!

La seconda Star della serata è stata Saturno che grazie al seeing eccellente del posto
ha dato sfoggio di bande equatoriali di anelli e svariati satelliti.

Intorno alle 22 è iniziata a infastidirci l'umidità che ha parzialmente appannato la
lastra correttrice dello Sm.Cass. ma abbiamo proseguito imperterriti fino alle 23 e
mentre Ruben e compagnia continuavano a puntare oggetti ci siamo rifocillati presso
l'agriturismo dove la signora Giusso ci ha mostrato l'antica cantina, dopodichè ci siamo
fiondati a mangiare uan cosetta veloce:  una "pizza" di pasta ai piselli, delle ottime
bruschette alle fave, crostini con pancetta e capicollo locali, tarallucci alle mandorle...
una favola, condito con vino e olio prodotto da loro.

Insomma contatti con i neofiti della penisola, divulgazione e intrattenimento e tutto
è andato per il meglio.

Alla prossima.

Antonio Catapano