home AC >>home galleria >> albums >> Noi di AstroCampania >> Congressi >> 3 Congresso Astrofili
<< Precedente12Mostra tutteProssima >>

A Vecchioni

AGO1

Castellano

catapano1

catapano2

Dallora Silvotti

Davino

Didato1

Didato2

E Guido

E Guido2

F RIcci

F Ruggieri

Fine Congresso

G Gargano

GAP



 Una giornata in congresso

La giornata del sab 24 nov 2007 ad Agerola è stata veramente interessante sotto tutti i punti di vista , sia dal punto di vista astronomico che gastronomico !
Ma partiamo con ordine , il primo intervento di A.Vecchione (GAV) ci ha portati in una dimensione dell'astrofilia dedicata alla divulgazione nelle scuole e alle soddisfazioni che essa puo' dare;
V.Gallo ci ha parlato dei festeggiamenti per i 25 anni della fondazione del Centro Astronomico Neil Armstrong e degli eventi pricipali della loro lunga e prestigiosa esistenza.
A.Di Dato ha illustrato la "Mappa astrofila della Campania" che nasce da una sua idea per avviare la raccolta di un "database grafico" su tecnologia "google maps" che possa servire da informazione per gli appassionati alla ricerca di luoghi adatti alle osservazioni e/o luoghi di ristoro lungo il percorso in modo semplice e intuitivo .

Abbiamo ascoltato poi le attività associative del GAP di R. Antonio presidente degli Astrofili Picentini e dei problemi inerenti alla manutenzione di un osservatorio; Siamo approdati poi con P.Ago , presidente dell'Associazione Astrofili Aurunca a "Aggiornamento sulla vita associativa dell'Associazione".

Ci stiamo avvicinando all'evento "clou" della giornata con una panoramica su "L'osservatorio Astronomico di Agerola di A. Catapano, che ha illustrato i passi fatti e quelli da compiere per la realizzazione del futuro osservatorio a S.Lazzaro in Agerola.

Eccoci finalmente giunti a fine mattinata con l'astronomo Roberto Silvotti dell' INAF OAC Napoli, che ci ha illustrato con maestria il caso di "V391 Peg b" - il pianeta da lui scoperto che orbita intorno ad una stella compatta evoluta , che quindi ha superato la fase di gigante rossa e che ha visto sopravvivere il pianeta all'evento! Interessantissima la conferenza che ha innescato tante domande di interesse specifico.

La pausa pranzo ci ha visti quindi tutti euforici e soddisfatti di quanto ascoltato e visto, e ancor di più lo siamo stati al confrontto con i manicaretti del ristorante "Da Giannino" , che ci ha veramente stupiti per la qualità della sua gustosa cucina.

Anche se in ritardo di una mezz'ora sulla tabella di marcia abbiam ripreso i lavori congressuali con velocità iniziando dall'interessante "Misura della magnitudine visuale dell'asteroide 4 Vesta" - di D. Castellano;

continuiamo a tambur battente con “Le attività osservative degli Astrofili Aurunca - Associazione Astrofili Aurunca" ;
ed eccoci alla illustrazione di L.D'Avino sul cielo dell'Argentina e della futura "Maratona Messier del Sud" per febbraio 2008 che ci ha lasciati esterefatti dalle riprese fotografiche effettuate ad aprile di quest’anno.

Arriviamo cosi' ad un'altro evento "Clou" della giornata con un astrofilo dalle mille risorse e scoperte il nostro Ernesto Guido , che prima di tutto ci ha parlato dell’ Astronomo italiano che scopre una nuova cometa: C/2007 W1 (BOATTINI) e del fatto che i primi ad effettuare una conferma della sua esistenza sono stati lui e Giovanni Sostero ,quando la mattina del 21 Novembre i sono serviti del telescopio da 0,25m localizzato in un altopiano desertico del New Mexico (USA) e controllato via internet dall'Italia;
Continua poi con la programmata relazione sull’ OUTburst della ormai mitica 17P/Holmes , di cui il relatore ne ha osservato per primo il massimo raggiunto il giorno 24/11 e la relativa pubblicazione sulle principali bollettini astronomici su internet.

Coffee break “assalto” agli squisitissimi pasticcini

Un Fuori  programma con l' intervento del progettista e direttore dei lavori del futuro osservatorio di Agerola Arch. F. Ricci che ha voluto approfondire tecnicamente i lavori giunti prmai ad un buon punto e anunciando poi la volontà da parte dell' Ente "Parco dei Monti Lattari" di voler costituire un "rete di osservatori" nel territorio di sua competenza e che vedrebbe l’inizio in quello di Agerola e un continuo a Pimonte con A.C. referente tecnica del progetto.

Continuiamo con il preparatissimo Paquale Ago con la scaletta con argomento particolare ma utile come per le associazioni con "Problemi fiscali di una associazione di astrofili ONLUS " ;

Ed eccoci al secondo round di Ernesto che ci ha illustrato il suo lavoro di ripresa e collaborazione alla scoperta del transito del pianeta "HD 17156b" davanti alla sua stella assieme al gruppo di lavoro dell'osservatorio di Marsiglia diretto da M.Barbieri , ed alle possibilità degli astrofili di poter registrare questi oggetti seguendo delle direttive tecniche specifiche .

Arriva anche il momento dell' Unione Maddolonese Amici del Cielo (UMAC) con la relazione del prof. M. Maddaloni, : "un'associazione per caso” e del loro lungo e proficuo lavoro nel campo della divulgazione e non solo illustrandoci le belle foto delle ultime le trasferte in Spagna e Turchia per le relative eclissi di Sole ;

ed eccoci col prof. G. Gargano del liceo di Amalfi con la sua "Proposta di studio sulle variabili di ammasso e sulle stelle B e Campagne osservative e sviluppi teorici " invitandoci così all'osservazione delle stelle variabili anche con strumenti di facile reperimento astrofilo.

Ed infine l'interessante relazione di Franco Ruggieri con gli studi di archeoastronomia che ci ha parlato dei "I Sanniti e le stelle" illustrandoci le relazioni astronomiche dei tempi sanniti della nostra zona.

Insomma una bella carrellata di argomenti che i partecipanti, circa una quarantina , hanno potuto “assaporare” con l’entusiasmo che solo una passione come la nostra puo’ trasmettere

Arrivederci al prossimo congresso

Antonio Catapano